Il mio Pensiero - LA SVOLTA


A ogni Essere Umano, quando si affaccia al mondo, viene donata una sua  natura, un suo modo di essere e di vivere nei confronti del Creato. Si tratta di un Ordine Naturale. Questa sua natura ha proprie disposizioni profonde che portano ora a fuggire, ora a trovare, ora a ricercare, ora a odiare o addirittura ad amare e tali disposizioni faranno sempre parte della nostra esistenza fino al momento in cui  lasceremo la terra e l’involucro che ci portiamo addosso denominato Corpo.  Non possiamo rimanere senza Emozioni, ma poiché esse sono Eccesso, turbano inevitabilmente l’Intimità dell’Uomo, là dove vengono regolati i movimenti e le attività dei Soffi che sono la Vita. Il nostro amato Cuore può essere attaccato nella capacità di conoscere; infatti se il Cuore dell’individuo è in preda a un sentimento o a un desiderio, questo perturba non solo i movimenti dei soffi, ma anche la capacità di percepire, conoscere, giudicare, sentire e reagire in modo appropriato. Se l’Emozione è violenta, ma fugace, si riconoscerà immediatamente che si è turbati, che si è fuori di “sé”. Al contrario, un’avversione, un pregiudizio, un sentimento si formano gradualmente in modo impercettibile e in questo caso, il danno è più serio poiché non si è più in grado di riconoscere che si è “fuori di sé” e lo si è in modo confuso. L’Emozione allontana dalla realtà.  L'essere umano apprende attraverso le emozioni: quelle positive e gratificanti lo inducono a ripetere le esperienze e a migliorarle; quelle negative (che non ha potuto modificare) invece, restano dentro di noi mimetizzate, limitandoci nei momenti critici della vita.
Le emozioni sono l’origine della nostra salute fisica. Le dinamiche emotive al nostro interno stabiliscono i modelli che vengono implementati nel nostro corpo, dove, nel tempo, divengono modelli di benessere o di malessere. Per stare davvero in salute è vitale comprendere e bilanciare le dinamiche emotive al nostro interno.
 Se da bambini, in qualche circostanza, si è avuta la sensazione o la conferma di essere:

  • Rifiutati
  • Abbandonati
  • Intimiditi
  • Incapaci, non all'altezza
... nel momento in cui da adulti si rivive una situazione più o meno analoga, la nostra mente ci riporterà inconsciamente a quei momenti vissuti da bambino e ci farà vivere l'evento attraverso quelle emozioni, con l'età anagrafica di allora, con le difficoltà e le incapacità di un bambino impaurito, impedendoci così di affrontare e gestire al meglio la situazione. Ma come superare queste barriere che sono dentro di noi? È innegabile come molte persone cerchino di superare queste difficoltà autonomamente, magari affidandosi a specifiche letture. Il metodo è certamente valido e di buona volontà, ma un buon libro propone “nozioni”, mentre la vita reale è “vivere le Emozioni"! Come poterle finalmente riconoscere, apprezzare e vivere veramente? Questa riflessione mi ha portato alla " SVOLTA"
E ho pensato: "Perché non sviluppare , fare conoscere e condividere con gli altri un percorso nuovo, fare esperienza di una nuova filosofia dell’esistere ritornando a sani principi e riprendendosi la propria vita, attraverso tutte le emozioni, quelle positive e negative , quelle che formano il vissuto di ognuno di noi nel corso della vita?"  ECCO IL PERCHÉ DELLA SVOLTA " il 24° esagramma dei "CHING" O " Libro delle Mutazioni" " Fu, IL RITORNO" che significa la SVOLTA, illustra appunto come dopo un periodo di decadimento e di buio per un essere umano sopraggiunga il cambiamento, la svolta, riportando così la “luce originaria" quella che ridà senso alla nostra esistenza! Spesso noi siamo portati a precipitare gli eventi con inutili artifizi, mentre in realtà tutto viene da sé, deve avvenire quando i tempi sono maturi , ovvero quando è "il suo TEMPO". Queste sono le premesse: parliamone, confrontiamoci, condividiamo nuove realtà insieme ... sono le nuove frontiere, come a me piace descriverle, in senso filosofico e olistico: "le nuove frontiere della Filosofia e della Medicina tradizionale Cinese affiancate alla sapienza del mondo occidentale”. Da sempre la medicina orientale ha affascinato con il suo aspetto teologico, empirico e simbolico l'uomo occidentale, che spesso però si è trovato in difficoltà, nel suo tentativo di comprendere un mondo diametralmente opposto al suo. E’ bene, nel nostro mondo, comprendere come per la medicina tradizionale cinese la salute sia sempre intesa a livello psicofisico, sia cioè “Responsabilità dell'Uomo”. È proprio l'Uomo che, inconsciamente, con le sue abitudini alimentari, respiratorie, comportamentali, con il suo modo di vivere le passioni e gli stati emozionali può arrecare danno a se stesso e al suo benessere psico-fisico. Abbassando le nostre barriere e aprendo le frontiere al confronto tra Medicina Occidentale e Orientale si potrà arrivare alla integrazione necessaria per migliorare il nostro livello di salute. Il motivo ispiratore di questa Associazione è scaturito  dal progressivo aumento di persone (pazienti) che in questi ultimi anni , rivolgendosi ai medici di famiglia e specialisti di tutti i settori della medicina, esprimono una richiesta (che è un "bisogno" divenuto essenziale), di metodi di cura integrativi, al fine di raggiungere l'armonia con se stessi e con gli altri. 

Angelo Cospito